Sviluppo GIS

Le nuove tecnologie GIS (Geographic Information Systems) sono in continua evoluzione e rivestono un valido strumento nella gestione ed elaborazione dei dati territoriali complessi riferiti alla salvaguardia delle risorse naturali, al monitoraggio biologico, alla possibilità di applicare modelli matematici.

CAA ha sviluppato competenze nell’applicazione GIS nei piani di lotta integrata e monitoraggio alle zanzare, ad insetti dannosi all’agricoltura e nella gestione dei rifiuti e biomasse.

I nostri tecnici, esperti conoscitori dei software Desktop GIS, in particolare software GIS open source (QGIS 3 – http://qgis.org) sfruttano al massimo le capacità di visualizzazione (anche tramite lo sviluppo di WebGIS) e analisi ottenendo così prodotti e servizi geografici professionali.

 

Geostatistica/Spatial Modeling
WebGIS/applicativi GEO
Mobile GIS/smartphone APPs


La Geostatistica comprende un insieme di procedure statistiche che possono essere utilizzate per analizzare e modellare le relazioni spaziali che esistono in natura.
La Geostatistica permette di assegnare a fenomeni ecologici una posizione nello spazio in modo da produrre mappe di interpolazione grafica di vario genere (Kriging Interpolation). Fondamentale nella Geostaistica è l’autocorrelazione spaziale che si manifesta quando valori di campioni vicini sono più simili rispetto a quelli campionati a maggiore distanza l’uno dall’altro. L’autocorrelazione spaziale si manifesta in a scale multiple e con orientazioni diverse, fenomeno questo comune nei dati ecologici.

Applicazioni Geostatistiche sono largamente utilizzate nel Settore Entomologia e Zoologia Sanitarie per produrre mappe di distribuzione a piccola, media e larga scala di specie culicidiche quali Culex pipiens, Aedes caspius, Aedes albopictus.

 

Lo spatial modelling comprende l’utilizzo del Remote Sensing (RS) ossia un insieme di tecniche di Telerilevamento che permettono l’acquisizione a distanza di informazioni qualitative e quantitative (immagini) su fenomeni o oggetti, senza entrare in contatto con essi.
Attraverso applicazioni del cosiddetto Image Processing si possono estrarre da queste immagini satellitari una quantità enorme di informazioni ambientali. Negli ultimi anni l’utilizzo di variabili ambientali estratte da Remote Sensing hanno subito un largo utilizzo per creare appunto modelli di distribuzione e abbondanza di specie animali e vegetali e in campo sanitario per creare modelli spaziali di circolazione arbovirus, creare mappe di rischio epidemico su piccola, media e larga scala.

CAA ha acquisito competenze nell’elaborazione e applicazione delle immagini satellitari in particolare nel campo del monitoraggio biologico e nella sorveglianza sanitaria. Le immagini utilizzate dai tecnici del CAA sono tutte ad accesso libero (Modis, Landsat, STMR, Sentinel ecc.) e consentono di produrre mappe con risoluzioni che variano dai 20-30 metri al kilometro.


Nel corso di questi anni CAA ha acquisito competenze nella creazione ed implementazione di WEB-GIS ossia Sistemi Informativi Geografici sviluppati per essere utilizzati e condivisi su internet e di applicativi geografici basati sui frameworks OpenLayer, Leaflet, Mapbox e Google Maps per interfacciare dinamicamente il dato geografico con i contenuti di database relazionali.

Gli applicativi geografici sviluppati da CAA permettono, non solo di visualizzare, navigare ed interrogare il dato geografico seduti comodamente sul proprio PC o tramite tablets e smartphones, ma anche di creare sistemi di rappresentazione dei dati in tempo reale come ad esempio mappe del rischio da arbovirus, mappe di distribuzione specie, ecc.

In particolare i WebGIS vengono sviluppati con tecnologie open source tramite QGIS server che fornisce un Web Map Service (WMS) utilizzando le medesime librerie di QGIS Desktop (www.qgis.org). Tutte le mappe e layout di stampa possono essere pubblicate on-line su un web-gis in modo molto semplice ed intuitivo.

Le caratteristiche principali sono:

  • implementazione Web Map Service (WMS)
  • output di stampa in PDF
  • WYSIWYG map creation con QGIS
  • simbolizzazione cartografica avanzata
  • viene supportato lo Styled Layer Descriptor (SLD)
  • navigazione interattiva
  • misurazione di aree e lunghezze
  • interfaccia responsive

 

Con il temine Mobile GIS si identificano i Sistemi Geografici Informativi utilizzabili da dispositivi portatili quali Palmari o Tablet PC contrapposti al cosiddetto Desktop GIS ossia applicativi utilizzati nei PC fissi degli uffici.

I Mobile GIS sono in grado di svolgere una vasta gamma di funzioni di cui 5 sono le più comuni:

  • Field data capture.  Possibilità di georeferenziare elementi e associare i dati direttamente in campo;
  • Navigazione con il GPS . Sfruttare il GPS (Global Positioning System) per individuare posizioni o navigare nella propria mappa personalizzata;
  • Validazioni del dato in campo (Ground Truthing). Possibilità di verificare direttamente in campo il dato che viene inserito;
  • Geocoding degli elementi in tempo reale. Individuare elementi quali indirizzo e numero civico degli elementi georeferenziati;
  • Integrazione con database enterprise. Sfruttre le funzioni dei database più avanzati.

CAA sta lavorando sull’utilizzo di Mobile GIS open source su smartphone utilizzando QField (https://www.qfield.org/) e sullo sviluppo di APP specifiche per la raccolta e condivisione dei dati georeferenziati in campo sempre tramite smartphones.